5 malattie più comuni nei bambini e come curarle
Consigli, Offerte, I migliori prodotti per bambini e donne in gravidanza, trucchi, quali scegliere, recensioni

5 malattie più comuni nei bambini e come curarle

La salute dei piccoli deve essere sempre trattata come un argomento delicato, ancor più quando si tratta di neonati, poiché non potendo comunicare con noi, a volte è abbastanza difficile per noi indovinare cosa provano.

Non importa quanto siamo attenti, è molto difficile mantenere il nostro bambino al riparo da qualsiasi malattia, poiché alcune malattie nascono anche per motivi difficili da individuare. Eppure, non c’è motivo di impazzire.

In questo articolo vi diremo quali sono le 5 malattie più comuni nei neonati, in modo da sapere come identificarle rapidamente per agire e migliorare la loro salute il più presto possibile.

Colica

La colica è una malattia comune nei neonati da 0 a 3 mesi di età. I sintomi più comuni sono dolori di pancia irritabili e dolori al bambino. Le cause non sono completamente note. Una causa può essere la scarsa tolleranza del neonato per alcuni alimenti mangiati dalla madre, come il caffè o la cioccolata. Un’altra causa può essere la quantità di accumulo di gas.

I sintomi più comuni sono:

  • Pianto disperato e inconsolabile
  • Pianto improvviso nel bel mezzo della poppata
  • Riduzione del numero di movimenti intestinali
  • Tanto sforzo per evacuare, anche cambiando il colore della pelle
  • Sgabelli duri e asciutti

Se pensate che il vostro bambino soffra di coliche infantili, consultate il vostro pediatra. Vi consiglierà il trattamento più adatto per il vostro bambino. In ogni caso, quello che possiamo fare è massaggiargli la pancia per calmarlo e alleviare il dolore.

Diarrea

A prima vista può sembrare che la causa sia dovuta alla cattiva digestione del cibo che il bambino ha avuto, il che è possibile, tuttavia ci possono essere altre ragioni come

  • Un cambiamento nell’alimentazione del bambino o della madre se allatta al seno
  • Uso di antibiotici da parte del bambino o della madre in caso di allattamento
  • Infezione batterica o parassitaria
  • Virus
  • Infezione dell’orecchio

Prima di tutto, niente panico. La diarrea di solito non è un problema serio e può durare anche solo un paio di giorni, ma può causare disidratazione o febbre nel vostro bambino, quindi tenete il vostro bambino molto ben idratato e monitorate la sua temperatura di tanto in tanto con un termometro per bambini.

Per quanto riguarda il trattamento della diarrea, se non vomita, è consigliabile continuare ad allattarla o ad allattarla se è un neonato. Se il vostro bambino mangia già cibi solidi, cercate di dargli cibi facili da digerire come zuppa, biscotti morbidi, composte, pane tostato o banane.

Se il bambino vomita più volte, mostra segni di disidratazione (bocca secca, niente pannolino bagnato in 8 ore, piange senza lacrime), ha le feci insanguinate o ha la febbre alta, portatelo subito dal pediatra.

Eruzione da pannolino

È conosciuta come una piccola allergia causata da irritazioni all’inguine e alla zona genitale, ed è abbastanza comune nei bambini che indossano il pannolino. Non è considerata una malattia grave, ma di solito causa un certo disagio se non viene trattata correttamente. L’eruzione cutanea da pannolino inizia con un piccolo arrossamento della zona, con gonfiore e prurito, che fa piangere il bambino ogni volta che si cambia il pannolino.

Per evitare questo tipo di allergia, è necessario cambiare regolarmente il pannolino, metterlo nel modo giusto e utilizzare la taglia giusta. È anche vero che a volte può essere dovuto a cause diverse come una cattiva reazione al tipo di pannolino o un tempo di esposizione troppo lungo ad un ambiente eccessivamente umido.

Per curare l’eruzione cutanea da pannolino, esistono creme specifiche, anche se tutto dipenderà dalle indicazioni del pediatra.

Influenza

L’influenza è una malattia abbastanza comune a causa dell’enorme quantità di virus che si trovano in giro nell’ambiente, con i più piccoli totalmente esposti perché il loro sistema immunitario è ancora in fase di sviluppo. Inoltre, sappiamo quanto sono curiosi i bambini, toccando tutto ciò che cattura la loro attenzione, ed è lì che possono prendere i germi che causano l’influenza.

Riconoscere i sintomi è un po’ complicato dal comportamento dei bambini. Possono iniziare con perdita di appetito, irritabilità e qualche starnuto, per poi continuare con tosse e febbre prolungata, che raramente manca dai sintomi.

Per curare l’influenza, non sono necessari farmaci in primo luogo, ad eccezione di quelli indicati dal pediatra, che di solito sono il paracetamolo o l’ibuprofene per controllare la febbre. Da parte nostra, possiamo fornirvi frutta per rafforzare il corpo, eseguire lavaggi nasali per liberare le vie respiratorie e rinnovare l’aria nella stanza di tanto in tanto.

I trattamenti naturali non solo sono molto efficaci, ma sono numerosi, il che raddoppia le possibilità di migliorare la vostra salute se applicati correttamente.

Infezioni cutanee

Colpiscono direttamente la pelle del bambino e sono facilmente identificabili a causa delle diverse reazioni dei tessuti molli. Tra le cause, c’è molta variazione dovuta alla sensibilità che i neonati hanno nella loro pelle, che li rende inclini a questo tipo di malattia. Dobbiamo anche ricordare che ci sono malattie che si manifestano in un certo periodo della vita, quindi non dobbiamo allarmarci.

In ogni caso, è meglio consultare il proprio pediatra. Egli consiglierà il trattamento più adatto per la particolare infezione.

Ricordate che nessun bambino è al sicuro dalle malattie. La maggior parte dei bambini sono esposti a uno qualsiasi dei suddetti fattori, quindi come madri, dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per curarli il prima possibile.

  • Termometri per bambini

Vedere anche

Complete Guide to Disposable Lunches for School and Daycare

Una guida completa al pranzo usa e getta per la scuola e l’asilo

La nuova sfida è il “pranzo usa e getta” e le scuole materne, le scuole …